Chi siamo

Mi chiamo Luigi Iannoccaro (Bit3Lux) e ho 42 anni (suonati). Vivo in Calabria, alle periferie di un ridente paesino (è il vento a fargli il solletico) nella provincia di Cosenza. Nella vita ho studiato molto, Teologia, Filosofia, Giurisprudenza. Alla fine ho capito che lo studio (quello accademico, eh) non serve a un cavolo. Ho messo perciò tutto tra parentesi e mi sono dedicato all'open source (ne vale veramente la pena, credetemi). Ho creato una distro, Lubit Linux, che spero abbia un futuro. Anzi, avrà un futuro, nei sogni bisogna crederci, o no? È il progetto GNU/Linux ad avere un futuro. La sua filosofia di vita avrà un futuro. Di un mondo che ha perso il suo orientamento, la condivisione ne è l'antidoto, la sua salvezza. Ho fondato il LubitProject di cui Massimo Testa è il cofondatore. Sono Presidente dell'Associazione Gli Amici di Lubit, il cui scopo sociale è la promozione del software libero in generale e di Lubit Linux in particolare.

Il mio indirizzo e-mail:

bit3lux@gmail.com

L'indirizzo e-mail del progetto Lubit Linux:

lubit.project@gmail.com


Posti virtuali dove mi potete trovare:


Massimo Testa (Squittymouse): Romano di origine, toscano di adozione. Un pò senza radici. Beta tester ottimale di Lubit Linux. Prudente e riflessivo, procaccia i mezzi e custodisce le risorse. Topo Squit ha rivisitato il logo di Lubit dandogli la forma di un tappo di bottiglia. Massimo è una persona speciale. Anzi, di più! Ma i compiti di Massimo non finiscono mica qui... Lui realizza i wallpapers per Lubit e li carica su deviantART, si occupa di montare i video e caricarli su youtube. Insomma, Massimo fa di tutto, ecco. C'è ancora da dire che ho avuto l'onore di ospitare più volte Massimo a casa mia. In genere andiamo in giro per i boschi, a fotografare ranocchi, alberi, laghi. Oppure si va al mare, soprattutto d'inverno. Ovviamente non si fa altro che parlare del LubitProject, di Lubit e della nostra associazione Gli Amici di Lubit, di cui Massimo ne è vice presidente.  :)

Juhan (il Mitico Juhan): Piemontese, affascinato da quello che ci aspetta dopo il Web e il cloud-computing. Usa un telefonino d quelli che fanno solo le telefonate. Attento, preciso, ma non pedante. Adorabile. Sono molto affezionato a Juhan. Ha curato il corso Mission Python. C'è da dire ancora che Juhan è il megafono del progetto Lubit. Come San Giovanni Battista, annuncia la buona novella anzitempo! :)

Michele Adduci, pugliese d'origine ma trapiantato in Germania da alcuni anni. Si occupa di Computer Vision e di architetture software ed è alla costante ricerca di nuove applicazioni. Sul blog Lubit Linux (ex the secrets of ubuntu) cura il corso di Modern C++.


Giuseppe Sgrò: Calabrese di Reggio Calabria. Si occupa di informatica da sempre grazie ad un C64. In costante ricerca, gli argomenti preferiti sono la programmazione, i sistemi operativi e le reti informatiche. Da molti anni ha abbandonato il software proprietario per dedicarsi all'open source.

Sono Roberto Giacomelli. Ho curato il corso Lua perché amo coltivare le mie passioni in compagnia di amici. In questo blog mi diverto e mi sento a casa!

Ennio (Lightuono): Catanese, e siciliano. Si esprime nei toni decisi del bianco e del nero, non conosce mezze tinte. Tutto è definito ed assoluto, il mondo è un binario che tra zeri ed uno, tra un bianco ed un nero, attraverso mille immagini, narra la propria esistenza. Ideatore del primo logo di Lubit Linux. Io e lui abbiamo realizzato il corso "Progetto Bash".
Ciao!

14 commenti:

  1. Oggi ti ho scoperto, da intendere ho scoperto il tuo blog, che ho subito RSSato. Merito del Picchio e dei suoi twit. OK, una giornata spesa bene (ops sono appena le 10 del mattino).

    RispondiElimina
  2. Caspita com'è tardi! Vorrei tanto andare a letto, ma c'è gente che suana al campanello. Ma cosa vuole da me, alle dieci di domenica? XD

    RispondiElimina
  3. e già..sei proprio tu!!
    ti riconosco;
    mi riconosco in te;
    ci riconosciamo in tanti!

    RispondiElimina
  4. Onore al merito! Luminoso esempio per quanti hanno smarrito (forse per sempre) la retta via: il mondo unix. Arrancano, infatti, spersi tra futili, pomposi e sterili paragoni con OS proprietari, dei quali troppo spesso scimmiottano tools e interfacce, riuscendo solo a snaturare - lordando - quel che di più puro, libero e onesto resta in quella giungla schiava del lucro, che l'utente tipico ammorba e sminuisce destinando costose macchine all'esclusivo uso di FB, TW, YouT i cui contenuti - ad essere magnanimi - avrebbero certo risparmiato a Darvin innumerevoli viaggi per appurare l'origine dell'uomo.

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Carissimo!! Ormai ci seguiamo ovunque... ;)

      Elimina
  6. Grazie Luigi, e grazie a tutti voi che ci state seguendo :)

    RispondiElimina
  7. Ho scoperto oggi Lubit (me ne vergogno...) dopo tanti anni di Ubuntu e compagnia
    gran bella distro, semplice ma tosta, concepita "con la testa" e non con inutili c....e!

    Grazie
    Mauro

    RispondiElimina
  8. Allora, benvenuto tra noi, Mauro;)

    RispondiElimina